Il Food a Roma e in Italia: ne parliamo con Selena Pellegrini, autrice del canale “Mangia e Bevi a Roma”

Imprenditrice e manager, consulente per il marketing e l’export di aziende italiane. Esperta di Social Media Marketing, autrice e conduttrice televisiva, collabora con incubatori e acceleratori d’impresa, con università e scuole di formazione d’impresa. E’ inoltre Chief Global Officer di WOOP Food, una piattaforma crowdfunding reward-based, specializzata in progetti alimentari ed agricoli Italiani. 

Per conoscerla meglio le abbiamo fatto alcune domande per saperne di più sul settore food e per scoprire meglio il suo canale Loquis “Mangia e Bevi a Roma”, che ti racconta i locali più belli del territorio romano. Ascolta subito le storie gastronomiche nella Capitale!

 

 

Mangia e Bevi a Roma

I posti preferiti dove mangiare e bere, a cura di Selena Pellegrini..

 selena.pellegrini   – 261 Loquis

 

 

Quando ha avuto inizio la tua passione per il tema “food”?

 

Credo da sempre, ma soprattutto da quando ho iniziato a girare il mondo e mi sono resa conto che ogni territorio, cultura e tradizione si può raccontare attraverso una ricetta e i suoi ingredienti.

C’è un locale che ti riporta alla mente un episodio particolare della tua vita a Roma?

 

I Carciofi alla Giudia e il gelato fritto di “Piperno” al Ghetto, che associo alle uscite a cena con i miei genitori da bambina, quando finalmente avevo raggiunto l’età per frequentare ristoranti “per grandi”.

“Mangia e Bevi a Roma”: cosa ti ha spinto ad aprire questo canale su Loquis?

 

Spesso, amici da tutto il mondo, in vacanze o lavoro a Roma per periodi brevi o lunghi, mi chiedevano consigli per “mangiare e bere come fate voi romani”, e per non dare solo indirizzi a me noti, a mia volta chiedevo consigli ad amici romani e così, quando è nato Loquis ho pensato “Ecco l’occasione per creare un bel canale e raccontare i posti”. Quindi ho colto la palla al balzo per girare la mia città, con una motivazione in più.

Secondo te il mercato del Food in Italia come sta cambiando? Le innovazioni e le proposte bio, i prodotti km0, etc. stanno influenzando man mano i gusti degli italiani e degli stranieri nel nostro Paese?

 

Credo che stiamo da una parte tornando alle tradizioni, dall’altra, contemporaneamente, c’è una tendenza generale alla sostenibilità sia ambientale che “salutistica”. Tutto questo è un modo nuovo e più consapevole, ma anche più vero e goloso di mangiare.

Le tue prossime attività su Loquis? Ti dedicherai sempre al settore gastronomico?

 

Il mio lavoro è quello di valorizzare e portare il Made in Italy nel mondo. L’agroalimentare è il settore che mi assorbe all’80%, ma ci sono anche la moda, il design, la cultura e l’arte che completano il quadro…
Tornando nello specifico a Loquis, vorrei segnalare “Le Vie dell’Olio extravergine”, progetto che sto già portando nel mondo.