Loquis: Quartiere Spagnolo

Scarica Loquis!

Quartiere Spagnolo

  loquis

Pubblicato:  2020-05-20 07:52:00

  Discovery

E' un'antica fortezza di Erice della prima metà del Seicento. Su un'ampia spianata rocciosa, che dà sulla Tonnara di Bonagia e su Monte Cofano, si erge il Quartiere spagnolo, costruito verso la prima metà del Seicento, periodo in cui vigeva l'obbligo di posata (dal 1424 al 1630), ovvero l'obbligo di offrire vitto e alloggio ai soldati della guarnigione posta a presidio, gli spagnoli. Gli abitanti di Erice però non volevano che gli spagnoli stessero troppo vicino a loro, decisero così di autotassarsi e costruire una caserma un po' più lontana dal centro abitato, ecco perché la sua posizione è un po' più decentrata. I lavori furono interrotti però ben presto e i soldati trovarono rifugio nel castello. La struttura rimase abbandonata per secoli, e solo verso la fine dell'Ottocento il Conte Agostino Pepoli propose all'amministrazione comunale di restaurare tutto l'edificio a proprie spese e di custodire in esso i reperti archeologici da lui rinvenuti ai quali avrebbe aggiunto le opere d'arte, quadri, statue e preziosi gioielli, maioliche, plastiche, monete dal patrimonio di famiglia. La sua proposta fu scartata e il Pepoli decise di dedicarsi ad altri progetti nel territorio di Trapani. La costruzione vide i lavori di restauro solamente intorno nel 2005. Oggi il Quartiere spagnolo, sede della sezione etnoantropologica del Polo museale Antonio Cordici, ospita all’interno tre esposizioni.

Scarica Loquis!

Disponibile per iOS & Android


Vivi il Mondo

#ATestaAlta