Loquis: Le cantine storiche del vino Marsala

Scarica Loquis!

Le cantine storiche del vino Marsala

  loquis

Pubblicato:  2020-05-15 08:30:00

  Discovery

La fama del vino Marsala è legata agli inglesi e nasce alla fine del '700, storia e leggenda si intrecciano a tal punto che non possiamo dire se essi siano stati gli inventori o gli scopritori del vino Marsala. Di certo si deve ad essi la commercializzazione in tutto il mondo di uno dei vini più famosi d'Italia. La tradizione vuole che tutto iniziò nel 1773, quando un commerciante inglese di nome John Woodhouse, fu costretto da una tempesta di scirocco a trovare rifugio col suo brigantino nel porto di Marsala. Qui, insieme ai suoi uomini, ebbe modo di assaggiare un vino locale, forte, solare e robusto, il cosiddetto perpetuum, abitualmente invecchiato in grandi botti di rovere dalle quali, dopo un lungo periodo, ne veniva prelevata una certa quantità sostituita poi con un eguale quantitativo di vino giovane. Il ripetersi “in perpetuo” di questa operazione nel corso degli anni garantiva un sapiente amalgama di vini uniformi anche se di annate diverse. Woodhouse amò da subito questo vino e ne intuì le grandi potenzialità. Ne spedì così in Patria circa 320 ettolitri, senza però specificare di quale vino si trattasse. Gli inglesi tributarono a quel vino un’accoglienza trionfale, tanto da convincere il commerciante a tornare a Marsala per cominciarne in grande stile la produzione. gli antichi stabilimenti in cui gli inglesi e i Florio producevano il Marsala sono ancora li a testimoniare la leggendaria storia di questo gioiello eno-gastronomico. E' possibile visitare, su prenotazione, le cantine storiche di diverse aziende.

Scarica Loquis!

Disponibile per iOS & Android


Vivi il Mondo

#ATestaAlta