Loquis: Cappella Bonajuto

Scarica Loquis!

Cappella Bonajuto

  loquis

Pubblicato:  2020-04-29 08:05:00

  Discovery

E' un sito archeologico nel quartiere Civita di Catania. Secondo diversi studiosi si tratterebbe di uno dei pochi edifici di rilievo superstite dell'epoca bizantina a Catania. La cappella è collocata all'interno del barocco palazzo Bonajuto. Si presenta a croce greca con pianta quadrata, cupola e tre absidi in forma simile alla cuba bizantina presente in Sicilia. Oggi rispetto al piano della strada si trova interrato di circa 2 metri. L'edificio, che è inoltre arricchito di testimonianze medioevali e quattrocentesche, è scampato ai diversi terremoti che hanno colpito la città, fra cui il terremoto del Val di Noto del 1693. La famiglia Bonajuto prese possesso della cappella a partire dal Quindicesimo secolo per edificare la propria residenza. Sino all'insediamento dei Bonajuto la cappella era dedicata al Santissimo Salvatore. Nel Diciottesimo secolo la cappella fu oggetto di restauri e ristrutturazione. Jean Houel, noto pittore francese che prese parte al Grand Tour, non poté visitarla, ma attraverso le descrizioni e i rilievi fatti eseguire dall'allora intendente alle antichità per la Sicilia orientale, il principe Ignazio Paternò Castello, ne realizzò una accurata rappresentazione, oggi conservata al gabinetto delle stampe nell'Ermitage di San Pietroburgo. La cappella è stata restaurata da Paolo Orsi e Sebastiano Agati negli anni Trenta. Oggi è visitabile e spesso affittata per fini espositivi e conferenze nonché come pub e come palcoscenico di gruppi musicali rock e di altro genere

Scarica Loquis!

Disponibile per iOS & Android


Vivi il Mondo

#ATestaAlta