Loquis: Frances Elliot in una terra piena di storia antica

Scarica Loquis!

Frances Elliot in una terra piena di storia antica

  loquis

Pubblicato:  2019-07-25 11:17:00

  Taormina

Frances Elliot, dopo che giunse alla stazione ferroviaria di Giardini nel 1880, parlò di Taormina come una terra fertile venata di verde e di storia antica, Perché chi viaggia in Sicilia non può non visitare Taormina che sta alcune miglia più su, fra le nuvole. Nel suo racconto, la Sicilia è paragonata all’Irlanda, isola dura, povera ma dove la bellezza ti toglie il fiato e la storia ti arricchisce culturalmente. Il viaggio in treno da Messina a Taormina si rivela straordinario. Frances s’immerge in esso guardando dal finestrino quei luoghi caratterizzati da lunghe spiagge dorate che separano un mare blu intenso dalle colline ricche di vegetazione dove greci e romani si insediarono. Lo scenario però che appare a Frances è intenso, ancestrale, di una bellezza incredibile: tombe romane, conventi antichi con giardini pieni di magnolie fiorite, palazzi con architetture che ricordano le dominazioni passate, archi, naumachie, frammenti di mura antiche, di templi, e su tutto un teatro greco-romano da dove tra le colonne appare un mare glorioso e lei la montagna, la maestosa Etna. Frances Elliot aveva cinquantotto anni quando giunse a Taormina un background culturale immenso, una storia di vita dolorosa, continuò a viaggiare sino alla sua morte a Siena all’età di settantotto anni.

Scarica Loquis!

Disponibile per iOS & Android


Vivi il Mondo

#ATestaAlta