Loquis: Nagashima (Kagoshima)

Scarica Loquis!

Nagashima (Kagoshima)

  loquis

Pubblicato:  2019-07-09 00:00:00

  Discovery

Nagashima (長島町 Nagashima-chō?) è una cittadina giapponese nella parte nord-occidentale della prefettura di Kagoshima. Il territorio comprende un insieme di isole, tra cui l'intera isola di Nagashima e altre vicine, come Shourajima (諸浦島? しょうらじま) a nord, Ikarajima (伊唐島? いからじま) a nord-est e Shishijima (獅子島? ししじま) la più settentrionale. Geografia Il territorio della cittadina è costituito per la maggior parte dall'isola di Nagashima che si trova a sud di Amakusa ed è connessa all'isola principale di Kyūshū tramite il Kuronoseto ōhashi (黒之瀬戸大橋?) (502 m), un ponte che collega l'isola alla città di Akune. Il Kuronoseto ōhashi, inaugurato nel 1974, è stato costruito sullo stretto di Kuronoseto (黒之瀬戸?) tra il Mare Yatsushiro (八代海 Yatsushiro kai?) e il Mar Cinese Orientale. Lo stretto è considerato uno dei grandi stretti del Giappone (annoverato a volte come uno dei tre grandi stretti), ed è citato nel Man'yōshū (III, 248) e dal poeta Ōtomo no Tabito (大伴 旅人?) per la sua spettacolarità. L'isola principale è collegata anche a Shourajima, con il ponte Chichinose, e a Ikarajima, con il ponte Ikara ōhashi (伊唐大橋?) (675 m), inaugurato nel 1996. Shishijima è raggiungibile solo tramite nave e per questo rientra nella legge per lo sviluppo delle isole remote (離島振興法 ritō shinkō-hō?). Il punto di altitutide massima è il monte Gyonindake (行人岳? ぎょうにんだけ) (394 m), sull'isola di Nagashima.Storia Sull'isola di Nagashima sono presenti numerosi tumuli funerari del periodo Kofun che fanno supporre che l'intera isola fosse anticamente una zona cimiteriale. Tra i tumuli degni di nota ci sono il piccolo gruppo di Hamasaki (小浜崎古墳群) e il gruppo di Sasue (指江古墳群), costruiti tra il V e il VII secolo, e il gruppo di Kuranomoto (指江古墳群), una trentina di tombe scavate nelle colline nelle quali sono state ritrovate spade, ceramiche Sue (須恵器 sueki?) e ceramiche Haji (土師器 hajiki?). Dal periodo Kamakura il territorio fu sotto il dominio del clan Nagashima (長島氏 Nagashima-uji?) che, nel periodo Nanboku-chō, costruì il castello di Dōzaki (長島氏 Dōzakijō?) sul lato ovest dell'isola di Nagashima. Nel 1565, durante il periodo Sengoku, la zona venne attaccata e occupata dal clan Shimazu (島津氏 Shimazu-shi?), e fu annessa alla provincia di Satsuma. Economia Le attività principali sono la pesca e l'agricoltura. Di particolare rilievo sono le coltivazioni di agrumi, patate e patate dolci; la pesca di seriola quinqueradiata (ブリ buri?) e la distillazione di liquore shōchū. Note Altri progetti Wikimedia Commons contiene immagini o altri file su Nagashima

Scarica Loquis!

Disponibile per iOS & Android


Vivi il Mondo

#ATestaAlta