Loquis: Agordo

Scarica Loquis!

Agordo

  loquis

Pubblicato:  2019-07-09 00:00:00

  Discovery

Àgordo (Àgort in dialetto Agordino, Ègort in ladino) è un comune italiano di 4 089 abitanti della provincia di Belluno in Veneto. Costituisce il centro principale dell'Agordino all'interno della valle del Cordevole. Fu grande centro minerario con le Miniere di Valle Imperina e con la scuola mineraria istituita dal 1867. Vi nacque Tito Livio Burattini famoso matematico. La legge 482/1999 ha riconosciuto i comuni dell'Agordino come zona a minoranza linguistica Ladina. Geografia fisica Orografia L'abitato di Àgordo si estende in una conca tra i monti della Catena del San Sebastiano, l'Agnèr, la Moiazza, il monte Celo, le Pale di San Lucano, i Monti del Sole, nella valle del torrente Cordevole. I monti compresi nel comune sono tuttavia solo due: la Moiazza - e in particolare le cime Sud (2878 m), Nord (2865 m), Cima dei Nali (2776 m), la Cattedrale (2558 m), la Pala del Belia, Cima delle Nevere (2621 m), il ramo delle Torri del Camp - e il Framont - nello specifico la parte sud-est con il Mont Alt (2181 m) e il Corno del Framont (2186 m). Nel comune si trovano poi diversi colli: il Col di Foglia (Còl de Fóia, 752 m), a sud dell'abitato; il Col de Diegol (1200 m), sopra la località di Colvignas; il Col Martinèl (1582 m) sotto il Framont, i colli di Lantrago, sulla cui cresta passa il confine con il comune di La Valle Agordina. Idrografia I principali torrenti del comune sono il Cordevole (che nasce nel comune di Livinallongo del Col di Lana sul Passo Pordoi), il Ròva e il Missiaga suoi affluenti (ambedue nascono dalla Catena di San Sebastiano in comune di La Valle Agordina); quest'ultimo gli fa solo da confine con La Valle dalla località di Crostolin fino al Cordevole. Il Rova ha un affluente nel comune di Agordo, il torrente Framont, che scende dalla Moiazza, a sua volta ricevente del torrente Binàtega, che nasce nei pressi della località omonima (1464 m). Clima Il clima di Agordo è, secondo la classificazione di Koppen, un Cfb-c, un clima temperato piovoso, senza stagione secca, con temperatura media nei mesi estivi che si aggira sui 22 gradi. Agordo risente in maniera rilevante della posizione geografica e dell'orografia che lo caratterizza. Essendo esposto pesantemente alle umide correnti meridionali che, provenendo dal canale del Cordevole e dalla valle del Mis, subiscono un effetto di sbarramento sulle montagne poste tra nord-est ed ovest (San Sebastiano, Framont, Moiazza, Agner, Pale di San Lucano), la media pluviometrica di Agordo è tra le più alte del veneto, con circa 1300 millimetri annui. Durante l'estate i temporali sono frequenti, e la temperatura massima supera di regola i 25-26 gradi, grazie alla conformazione a conca della vallata. In inverno possono verificarsi anche nevicate importanti, tipicamente da 30–40 cm per episodio, mentre la temperatura minima della stagione fredda, nelle notti serene, scende anche a -10 (punte di -15). Origini del nome Secondo Giovan Battista Pellegrini il toponimo nasconde un nome personale longobardo, forse Agihard, sebbene si noti una discordanza tra l'accento attuale e quello del suffisso -hàrd. Storia Stemma araldico Sotto un cielo nuvoloso sono rappresentate due torri guelfe merlate, al naturale, chiuse e finestrate di nero, poste sopra due scogli, moventi dai lati dello scudo e fra i quali scorre un fiume, il tutto al naturale; le torri accompagnate in capo da una stella, di sei raggi d'argento. Il comune conserva tuttora il decreto regio del 28 febbraio 1929 con cui Vittorio Emanuele III approva lo stemma e lo stendardo che lo contiene. Le due torri sul fiume sono un chiaro emblema dei diritti di transito fluitazione (transito di tronchi sull'acqua) vantati sul Cordevole, come più in generale del diritto ad una gestione autonoma, motivo di grandi scontri con Belluno, fin dal XII secolo. Onorificenze Il 4 agosto 1906 Agordo divenne la XX città decorata con Medaglia d'Oro come "Benemerite del Risorgimento nazionale" per le azioni altamente patriottiche compiute dalla città nel periodo del Risorgimento (che, secondo la definizione dei Savoia, è compreso tra i moti insurrezionali del 1848 e la fine della prima guerra mondiale). Monumenti e luoghi d'interesse Architetture civili Villa Crotta-De Manzoni fa parte dell'elenco delle Ville Venete e attualmente non è visitabile. All'interno delle vecchie stalle (restaurate dal Cav. Del Vecchio) si trova il "Museo dell'Ottica" con la "Collezione Ottiche e Occhiali-Raccolta Rathschüler-Luxottica". L’esposizione comprende duemila pezzi e si articola in sezioni come: lenti, occhiali, monocoli, cannocchiali, telescopi, microscopi, strumenti ottici, astucci, stampe e libri. Degni di nota sono il cannocchiale astronomico di G. Campani del 1682 lungo otto metri e gli occhiali di Camillo Benso Conte di Cavour.Architetture religiose Chiesa arcidiaconale abbaziale di Santa Maria Nascente, costruita su un luogo dove sorgeva una precedente chiesa romanica, risalente al secolo XII. Progettata da Giuseppe Segusini, è famosa in quanto è una delle poche chiese ad avere due campanili identici. Chiesa di San Vincenzo a Prompicai Chiesa di ToccolSocietà Evoluzione demografica Abitanti censiti Cultura Istruzione Agordo dispone di una scuola dell'infanzia, una scuola elementare intitolata a Tito Livio Burattini, una scuola media e dello storico l'Istituto Tecnico Industriale Minerario "Umberto Follador". Istituto Minerario Nacque nel 1867 come Istituto tecnico industriale minerario (l'attività estrattiva era uno dei settori trainanti dell'economia agordina) e si è ampliata nel 1962 con l'aggiunta dell'indirizzo chimico. A partire dal 1990 la scuola si è evoluta in Istituto di istruzione superiore, comprendendo un liceo scientifico, un Istituto statale d'arte, un IPSIA e un IPSSAR, quest'ultimo con sede a Falcade. Eventi "La Vecia Popa" è manifestazione tradizionale di metà Quaresima che, analogamente a quanto avveniva in passato, segna il passaggio dall’inverno alla primavera. Il rogo dell’anziana (comune a tantissime località italiane) simboleggiava nell'era pre-industriale il desiderio di liberarsi dell’inverno e propiziare l’arrivo della primavera attraverso il rogo di un fantoccio. Oggi viene letto prima un "testamento" con i riferimenti dell'anno appena trascorso e poi viene data al rogo. La "Sagra del Fanciullo" (detta anche Sagra di San Vincenzo che si svolge nella frazione di Prompicai) è dedicata ai piccoli con giochi e divertimenti di un tempo. La "Fiera del Bestiam" è una fiera di animali e prodotti locali nel secondo sabato di ottobre.Economia Agricoltura Lo spazio dedicato all'agricoltura ad Agordo non è particolarmente rilevante e perlopiù è costituito da orti di privati, anche se sono presenti alcune aziende agricole. Industria Agordo è sede di Luxottica, un'azienda leader mondiale di produzione di occhiali da sole e da vista. Amministrazione Gemellaggi Zugliano DolomieuSport Il comune è stato scelto come sede di partenza della 16ª tappa del Giro ciclistico d'Italia 2007 (Agordo-Lienz di 189 km). Dal 1990, ogni anno in luglio si svolge un'edizione della corsa podistica su strada Le miglia di Agordo. Grandi campioni dell'atletica hanno già partecipato a questa importante manifestazione, che si svolge fra gli stretti vicoli del centro storico di Agordo. Nel 2007 si è svolta la 16ª edizione di questa manifestazione valida come quinta prova del Grand Prix Strade d'Italia e come settima prova del Grand Prix Giovani. Ad Agordo gioca la squadra più titolata dell'hockey su ghiaccio femminile italiano, l'Hockey Club Agordo, dieci volte campione d'Italia (1992, 1993, 1994, 1996, 2001, 2002, 2003, 2007, 2008 e 2009). La principale formazione calcistica locale è la "U.S.D. Agordina", affiliata al Vicenza Calcio. Curiosità Agordo divenne famosa grazie a una canzone di Claudio Baglioni, Ad Agordo è così (dall'album E tu..., 1974), in cui vengono descritti scorci ("[...] poi vado al Col di Foglia risalendo quel pendio e tiro su i calzoni troppo lunghi per andare a cercar funghi in un posto che so io [...] mi volto ancora per veder quella manciata di stelle sull'Agner [...]") e abitudini degli abitanti ("[...] stasera tutti al cinema sociale, settimana un po' speciale: c'è la serie con Totò, e su dal Meto prendersi una pizza [...] e allora su alla Stua, un ballo e si va via [...]"). Inoltre la ex moglie del cantautore romano, ha origini agordine.Galleria d'immagini Note Voci correlate Ferrovia Bribano-AgordoAltri progetti Wikizionario contiene il lemma di dizionario «Agordo» Wikimedia Commons contiene immagini o altri file su Agordo Wikivoyage contiene informazioni turistiche su AgordoCollegamenti esterni Il Museo degli Occhiali, su luxottica.com. Piccole Città Storiche, su Agordo, su piccolecittastoriche.it.

Scarica Loquis!

Disponibile per iOS & Android


Vivi il Mondo

#ATestaAlta