Loquis: Ospedale di Santo Spirito (Bolzano)

Scarica Loquis!

Ospedale di Santo Spirito (Bolzano)

  loquis

Pubblicato:  2019-07-09 00:00:00

  Discovery

L'ospedale di Santo Spirito (in tedesco: Heilig-Geist-Spital) è stato un edificio di Bolzano adibito ad ospedale, attivo tra la fine del XIII e la fine del XIX secolo. Storia L'edificio venne realizzato tra il 1271 ed il 1272 di fronte all'ingresso del duomo di Bolzano, e gestito inizialmente dagli Ospedalieri di Santo Spirito. Presto la struttura si sviluppò, acquisendo anche un certo numero di proprietà terriere, e passò in gestione comunale. A capo della struttura vi era un Spitalmeister o Spitalobrist, nominato dal patriziato cittadino. Degno di nota il fatto che nel XIV secolo erano nominate anche donne; le prime di cui si ha notizia sono una certa Frau Heilwig e, tra il 1332 ed il 1335, Elisabeth Scharendoyer di Appiano. Nel XIX secolo, tuttavia, la professionalizzazione sempre maggiore delle professioni sanitarie rese la struttura obsoleta, e nel 1854 venne inaugurato il nuovo ospedale, il cui edificio ospita oggi il rettorato della Libera Università di Bolzano. Nel 1886 l'edificio fu venduto alle Imperial-Regie Poste e Telegrafi, che tra il 1889 ed il 1890 vi edificarono l'attuale palazzo delle Poste. L'unica testimonianza rimasta dell'ospedale è la cantina, con la sua rampa di accesso, che è un bene architettonico tutelato dal 2005.L'ingente archivio dell'ex ospedale oggi è conservato, in diversi tronconi, presso l'Archivio provinciale di Bolzano, l'Archivio Storico della Città di Bolzano e il Tiroler Landesarchiv di Innsbruck. Bibliografia (DE) Walter Schneider (a cura di), Das Urbar des Heilig-Geist-Spitals zu Bozen von 1420, Innsbruck, Universitätsverlag Wagner, 2003, ISBN 3-7030-0381-2. (IT, DE, LLD) Hannes Obermair, Bozen Süd – Bolzano Nord. Schriftlichkeit und urkundliche Überlieferung der Stadt Bozen bis 1500 - Scritturalità e documentazione archivistica della Città di Bolzano fino al 1500. Vol. 1: Regesten der kommunalen Bestände 1210-1400, Bolzano, Comune di Bolzano, 2005, ISBN 88-901870-0-X.Note

Scarica Loquis!

Disponibile per iOS & Android


Vivi il Mondo

#ATestaAlta