Loquis: Parco naturale regionale della Corsica

Scarica Loquis!

Parco naturale regionale della Corsica

  loquis

Pubblicato:  2019-07-09 00:00:00

  Discovery

Il parco naturale regionale della Corsica (in francese parc naturel regional de Corse, in corso parcu naturale reghjunale di Corsica) è un'area naturale protetta della Corsica, estesa 371.469 ettari, cioè circa il 40% dell'isola. Il parco è stato istituito nel 1972. Territorio Il Parco interessa quasi un quarto del territorio dell'isola e permette la conservazione del paesaggio e di numerose specie animali e vegetali, alcune delle quali rare e peculiari della Corsica. Si sviluppa lungo la dorsale montuosa che attraversa l'isola da NO a SE e comprende al suo interno: La riserva della Biosfera della Valle del Fango di 23.000 ettari a Manso, Olmo, Galeria. Il Villaggio delle Tartarughe di 10 ettari a Moltifao. La riserva naturale di Scandola di 1.919 ettari terrestri e marini nei comuni di Calenzana, Galeria, Ota, Osani, Partinello, Piana, Serriera.Durante oltre trent'anni il Parco ha avuto un ruolo chiave nel recupero del territorio attraverso la ripresa della secolare cultura del castagno, la protezione antincendio, il recupero di dozzine di ovili e stazzi, il riavviamento di mulini ad acqua, il restauro di monumenti e lo sfruttamento di giacimenti archeologici, dando nuovo impulso all'insediamento nell'interno e favorendo lo sviluppo dell'artigianato locale. Comprende 145 comuni con 26.700 abitanti (circa 1/10 della popolazione isolana).Il parco è amministrato dalla Fédération des parcs naturels régionaux de France che lo amministra tramite l'Office de l'Environnement de la Corse con sede in 14 Avenue Jean Nicoli a Corte. Flora Fauna Tra le specie animali presenti spicca il muflone, simbolo del parco e dell'isola (500 unità). Le due principali popolazioni si trovano sul monte Cinto (a nord) e nel Massiccio di Bavella (a sud dell'isola). Negli anni '80 è stato reintrodotto il cervo sardo. Numerosi sono i cinghiali e i maiali semi-selvatici, spesso ibridati tra loro: allevati allo stato brado costituiscono materia prima per la tipica salumeria tradizionale còrsa. Altro animale simbolo è l' avvoltoio gipeto, presente in una dozzina di coppie; in numero analogo l'aquila reale e il falco pescatore. Più diffusi sono il falco pellegrino, l'aquila del Bonelli, il nibbio reale. Endemiche sono pure le specie del gabbiano còrso (che nidifica anche nell'isola di Capraia) e del picchio muratore còrso (Sitta whiteheadi). Nelle zone umide della costa orientale sostano cicogne bianche e nere, gru e oche e altri migratori. L'avifauna stanziale comprende inoltre sottospecie còrse di corvo, pernice rossa, picchio, assiolo e fringuello.Tra i rettili spicca l'assenza della vipera, mentre sono presenti tre specie di tartaruga (di terra, di mare, d'acqua dolce) e due specie inoffensive di colubro. Nei torrenti e nei laghi vivono l'anguilla e la trota fario. Strutture ricettive Quasi tutti gli uffici del parco sono ad Aiaccio, tranne uno che si trova a Nocario.. Note Voci correlate Sentiero escursionistico GR 20 Refuge a Sega Refuge d'AsinaoAltri progetti Wikimedia Commons contiene immagini o altri file su Parco naturale regionale della CorsicaCollegamenti esterni (CO, FR) Office de l'Environnement de la Corse, su oec.fr. "One deer, two Islands" - Conservazione del Cervus elaphus corsicanus in Sardegna e Corsica, su onedeertwoislands.eu.

Scarica Loquis!

Disponibile per iOS & Android


Vivi il Mondo

#ATestaAlta