Loquis: Arcavacata

Scarica Loquis!

Arcavacata

  loquis

Pubblicato:  2019-08-08 02:38:00

  Discovery

Rappresenta la zona nord-occidentale di Rende ed è per lo più collinare. L'Università si sviluppa in direzioni nord-sud alle pendici delle colline sulle quali si estende il centro abitato di Arcavacata La denominazione Arcavacata proviene dall'esistenza di una antica fortezza-vedetta, Arce vocata, della quale si parla in alcuni documenti pontifici. L'insolito toponimo ha dato luogo a diverse interpretazioni, ma dai nativi è posto in relazione a un avvenimento leggendario collocato ad alcuni secoli di distanza da oggi. La leggenda narra che, in una notte d'inverno, durante la quale imperversavano la pioggia e il vento, un cieco e uno zoppo camminavano in cerca di ricovero. A un tratto una luce rischiarò i due poveretti e una voce ingiunse loro di scavare. Ascoltata la voce, la luce faceva loro strada, anche al cieco che non aveva il dono della vista. Scavando si accorsero di toccare un arco e sotto l'arco qualcosa di morbido li bloccò. La luce divenne più intensa, rischiarò tutto ed il cieco vide e lo zoppo cominciò a camminare. La voce disse loro che erano guariti e che in quel luogo sarebbe dovuta sorgere una chiesa. Quello che di morbido avevano toccato era un quadro raffigurante la Santa Vergine col Bambino. La chiesa venne eretta e il quadro fu posto sopra l'altare, Cavato da un arco il quadro diede il nome al luogo dove venne trovato: Arcavacata. Il quadro è del quattordicesimo secolo ed è di perenne devozione alla Madonna della Consolazione da parte degli abitanti di Arcavacata.

Scarica Loquis!

Disponibile per iOS & Android


Vivi il Mondo

#ATestaAlta