Loquis: Faustina Maratti

Scarica Loquis!

Faustina Maratti

  loquis

Pubblicato:  2018-03-19 15:05:00

  Personaggi di Roma

EMBED CODE

Figlia naturale del pittore Carlo Maratta nacque a Roma attorno al 1679. Ricevette fin da fanciulla una buona educazione umanistica studiando fra l'altro musica, arti figurative e, soprattutto, poesia. Molto avvenente, attirò l'attenzione di Giangiorgio Sforza Cesarini, che tentò di rapirla mentre la ragazza stava andando a messa in compagnia della madre e di alcune domestiche. La ragazza riuscì a sfuggire all'agguato, ma le rimase una cicatrice sulla tempia sinistra. Il duca venne condannato a una lunga pena detentiva a cui sfuggì riparando dapprima a Napoli e poi in Spagna, dove morì nel 1719. Considerata suo malgrado un'eroina, nel 1704 la giovane poetessa fu accolta nell'Accademia dell'Arcadia dove ricevette il nome di Aglauro Cidonia. Nell'Arcadia conobbe il poeta Giambattista Felice Zappi, un avvocato originario di Imola e poeta molto rinomato, che Faustina sposò nel 1705 e col quale visse felicemente. La casa degli Zappi divenne un centro di rinomate riunioni artistiche; fra i frequentatori del loro salotto basterà ricordare Georg Friedrich Händel, Domenico Scarlatti, Giovanni Vincenzo Gravina e Giovanni Mario Crescimbeni. Nel 1728 un giovane di Albano, tale Francesco, la citò in giudizio dichiarando di essere figlio naturale suo e del duca Giangiorgio Sforza Cesarini. Il processo durò a lungo. Faustina riuscì a discolparsi dall'accusa; morì nel 1745. È sepolta nella chiesa di San Carlo alle Quattro Fontane.

Scarica Loquis!

Disponibile per iOS & Android


Vivi il Mondo

#ATestaAlta