Loquis: Vittoria Accoramboni a Palazzo Peretti

Scarica Loquis!

Vittoria Accoramboni a Palazzo Peretti

  loquis

Pubblicato:  2018-03-19 11:24:00

  Personaggi di Roma

EMBED CODE

Trasferitasi a Roma durante l'infanzia, si fece presto notare per la sua bellezza e a sedici anni, nel 1573, sposò Francesco Peretti, nipote del futuro papa Sisto Quinto. Fra i più ferventi ammiratori di Vittoria vi era Paolo Giordano Primo Orsini, uno degli uomini più potenti di Roma, del quale divenne amante. La bella donna dimorava a Palazzo Peretti. I sicari dell'Orsini, assassinarono per strada Francesco Peretti. L'Orsini fu subito sospettato di essere il mandante del delitto. Una volta che Vittoria fu libera dal vincolo matrimoniale, Paolo Giordano la sposò clandestinamente ma il vincolo fu annullato d'autorità. Fu imprigionata in Castel Sant'Angelo e infine esiliata a Gubbio. Nel febbraio del 1583 poté ritornare liberamente a Roma e il 10 settembre, a Bracciano, i due amanti celebrarono nuovamente il matrimonio, che però fu ancora annullato. Alla morte di papa Gregorio, che aveva pubblicamente preso posizione contro la loro unione, Vittoria e Paolo Orsini si sposarono ancora ma l'elezione di Sisto Quinto, zio di Francesco Peretti, li fece fuggire a Venezia e successivamente a Salò. Qui il duca morì improvvisamente il 13 novembre 1585 - si dice che fu fatto avvelenare da Francesco de' Medici - lasciando in eredità il ducato al figlio di primo letto Virginio e i rimanenti beni alla vedova Vittoria. Vittoria si stabilì a Padova ma il 22 dicembre Lodovico Orsini fece trucidare Vittoria e il fratello Flaminio Accoramboni da alcuni sicari.

Scarica Loquis!

Disponibile per iOS & Android


Vivi il Mondo

#ATestaAlta