Loquis: Via Appia Antica

Scarica Loquis!

Via Appia Antica

  loquis

Pubblicato:  2018-03-13 18:32:00

  VisitLazio

Come è noto il Mediterraneo fu il vero grande teatro della crescita economica, politica e militare di Roma. Per questo motivo i Romani riservavano grandissima importanza alle vie di collegamento per mare e per terra. Nacque così la via Appia, che i cittadini dell'epoca soprannominarono subito "regina viarum" per l'importanza strategica che rivestiva e per la bellezza dei paesaggi che attraversava. La strada fu costruita nel 312 avanti Cristo con grande perizia e precisione tanto da essere percorribile con ogni tempo e mezzo grazie alla pavimentazione che la ricopriva; una tecnica nuova che venne poi applicata nella costruzione di tutte le strade della Repubblica e dell'Impero. Sulla via Appia apparvero per la prima volta le pietre miliari. Il primo tratto di strada arrivava a Roma da Capua, successivamente il tragitto fu prolungato fino a raggiungere il porto di Brindisi importantissimo per i collegamenti con l'Oriente. Da Porta Capena fino a Frattocchie sono moltissimi i resti di sepolcri, catacombe, mausolei, templi e torri che puntellano il tragitto dell'Appia Antica comodamente visitabile anche grazie al parco omonimo che ne valorizza le bellezze. Inoltre questa strada, per i Romani di tutte le epoche, riveste un'importanza specifica perché conduce verso la zona dei Castelli, in particolare del Lago di Albano e del Lago di Nemi. Di qui si arriva alle cittadine di Albano, Ariccia, Nemi, Genzano, Lariano, Velletri, Rocca di Papa, Rocca Priora, Marino, Castel Gandolfo e Frascati.

Scarica Loquis!

Disponibile per iOS & Android


Vivi il Mondo

#ATestaAlta