Loquis: Castello di Gaeta

Scarica Loquis!

Castello di Gaeta

  loquis

Pubblicato:  2018-03-12 09:33:00

  VisitLazio

Fu con buona probabilità un Docibile a costruire nel decimo secolo la prima struttura castellare sull'alto del promontorio. I Normanni furono i primi ad apportare alcune sostanziali modifiche al castello Docibile ma subito dopo di loro altre importanti costruzioni si affiancarono al primitivo nucleo. Tali significative trasformazioni vennero realizzate nel periodo svevo con Federico secondo nel 1227, angioino con Carlo secondo d'Angiò nel 1289 ed infine aragonese con Alfonso Primo d'Aragona nel 1436. Ulteriori trasformazioni furono eseguite nel Cinquecento da Carlo Quinto. Al termine del Sedicesimo secolo del vecchio fortilizio Docibile rimaneva assai poco, al punto che oggi si può a ragione parlare di ben due castelli, uno angioino e l'altro aragonese. Il primo, in posizione più inferiore, è a pianta quadrata con quattro torri circolari angolari (successivamente venne utilizzato come prigione); il secondo, costruito da Alfonso Primo il Magnifico, fu fortificato su tre lati da massicci torrioni cilindrici e con un'appendice difensiva più bassa. Dal 1436 al 1442 ospitò il re di Napoli, Ladislao di Durazzo. Nel 1870 vi venne inoltre imprigionato Giuseppe Mazzini e successivamente venne trasformato in caserma.

Scarica Loquis!

Disponibile per iOS & Android


Vivi il Mondo

#ATestaAlta