Loquis: La Magliana di Vincenzo Cerami

Scarica Loquis!

La Magliana di Vincenzo Cerami

  loquis

Pubblicato:  2019-02-04 10:59:00

  Roma Letteraria

EMBED CODE

Trenta anni fa, solo trenta anni fa, la Magliana era un alternarsi di canneti e campi, di vigneti e prati in cui i pastori portavano a pascolare le loro greggi. Quella campagna piatta sui margini del Tevere, bruciante d’estate e brumosa nei mesi freddi, invasa tutto l’anno da nuvole di zanzare, era soltanto punzecchiata di tanto in tanto da capanne un po’ misteriose, sempre disabitate, nelle quali qualcuno lasciava gli attrezzi, le carriole, le falci, e che i ragazzini usavano spesso come rifugio durante le loro eterne guerre di sassaiole e mazzafionde. […] Nel giro di quattro, cinque anni al massimo, a cavallo tra Sessanta e Settanta, la Magliana cambiò radicalmente faccia, e il caso, i rumori, la vita dei nuovi arrivati, con tutta la frenesia di chi sa di dover smuovere giorni ognuno uguale all’altro, mutarono la landa in uno dei sobborghi più caotici e popolosi della capitale. Da, Fattacci. Di Vincenzo Cerami, 1997.

Scarica Loquis!

Disponibile per iOS & Android


Vivi il Mondo

#ATestaAlta