Loquis: Sor Checco alle Carceri Nuove

Scarica Loquis!

Sor Checco alle Carceri Nuove

  loquis

Pubblicato:  2018-02-17 06:01:00

  Personaggi di Roma

EMBED CODE

Francesco Coccapieller, detto sor Checco, fu una caratteristica figura di popolano dei primi anni di Roma capitale. Nato a Roma nel 1831, con Ricciotti Garibaldi, figlio dell'eroe dei due mondi, fondò il nuovo quotidiano Ezio Secondo, ossia il Carro di Checco. Anche questa iniziativa editoriale, per il contenuto dei suoi articoli, provocò critiche e rancori in tutti gli orientamenti politici. Il repubblicano Angelo Tognetti, macellaio, offeso per il discredito che gli articoli del sor Checco arrecavano alla sua parte politica, lo affrontò nell'osteria di sora Amalia con la pistola in mano: ma Coccapellier, anche lui armato e più lesto, lo ferì gravemente. Mentre era in prigione per eccesso di legittima difesa nelle Carceri Nuove di via Giulia, fu eletto alla Camera dei deputati del Regno d'Italia e rimesso in libertà. Un suo articolo contribuì a far conoscere il famoso scandalo della Banca Romana, denunciato poi in Parlamento da Napoleone Colajanni nel 1892. Le successive vicende dell'inchiesta parlamentare portarono alle dimissioni del presidente del Consiglio Giolitti e alla caduta, alla fine del 1893, del suo primo governo. Più volte querelato e condannato, alla fine del mandato parlamentare tornò in galera.

Scarica Loquis!

Disponibile per iOS & Android


Vivi il Mondo

#ATestaAlta