Loquis: Merano, la Sinagoga tra gli alberi

Scarica Loquis!

Merano, la Sinagoga tra gli alberi

  romefriend

Pubblicato:  2019-06-10 10:03:00

  Kosher Life

EMBED CODE

Sotto l’Impero Austro-ungarico, Merano diventa un luogo di cura per i malati di tubercolosi, con numerosi sanatori e ospedali organizzati da medici ebrei. Nel 1836 quella di Merano si costituisce comunità. Nel 1901 il suo rabbino inaugura la sinagoga, la prima concessa dall’Austria in Tirolo. Gli ultimi anni dell’800 e i primi del 900 ne fanno un vero e proprio punto di riferimento e un piccolo centro culturale e turistico. Josef e Katharina Bermann aprono nell’anno 1873 il primo ristorante kasher a Merano. Josef poi, nel 1880, prende in affitto la pensione Starkenhof trasformandola in un albergo kasher, garantendo agli ospiti anche le funzioni religiose per lo Shabbat. Nel 1918 Merano passò all’Italia e nel 1930 divenne sede autonoma di comunità, l’unica ancora oggi nel Trentino Alto Adige, ma gravemente colpita dalle deportazioni durante la Seconda Guerra Mondiale. Molti ebrei tedeschi vi si rifugiarono ma non riuscirono a salvarsi. Dopo la guerra, invece, fino al 47 arrivarono a Merano almeno 15mila sopravvissuti, ricoverati nei sanatori e assistiti dalle organizzazioni ebraiche, prima di riprendere il viaggio verso la Palestina. Merano ha un piccolo, ma molto interessante, museo ebraico.

Scarica Loquis!

Disponibile per iOS & Android


Vivi il Mondo

#ATestaAlta