Loquis: Ustica

Scarica Loquis!

Ustica

  loquis

Pubblicato:  2019-06-10 12:35:00

  Discovery

La caratteristica naturale dell'isola, è la presenza di numerose grotte che si aprono lungo le coste alte e scoscese, così come numerosi scogli e secche presenti tutt'intorno all'isola; sono da menzionare la grotta Verde, grotta Azzurra, grotta della Pastizza, grotta dell'Oro, grotta delle Colonne, e gli scogli del Medico e della Colombara. Da alcuni, come lo storiografo neozelandese Pocock, e lo scrittore Marco Carlo Rognoni, viene ritenuta l'isola Eèa, la dimora della maga Circe citata nell'Odissea, che trasformava gli incauti visitatori in maiali. Gli insediamenti umani risalgono al Paleolitico; alcuni scavi archeologici hanno portato alla luce i resti di un antico villaggio cristiano. Sepolture, cunicoli e una gran quantità di reperti archeologici ritrovati anche sott'acqua, a causa dei tanti naufragi avvenuti nel tempo, testimoniano una presenza costante, nel luogo, di vari antichi popoli mediterranei, Fenici, Greci, Cartaginesi e Romani, che vi lasciarono vestigia dappertutto. In seguito divenne base dei pirati saraceni, e lo rimase per lunghissimo tempo. Da visitare il museo archeologico, che raccoglie resti e materiali degli insediamenti delle antiche civiltà di Ustica, reperti della media Età del Bronzo (1400-1200 avanti Cristo). Famosa a Ustica è la lenticchia a coltivazione biologica, le più piccole d'Italia, che sono inserite nella lista di Slow Food tra i prodotti in via d'estinzione, e sono promosse anche con la manifestazione già alla terza edizione di Ustica Isola Slow.

Scarica Loquis!

Disponibile per iOS & Android


Vivi il Mondo

#ATestaAlta