Loquis: Santo Stefano Medio

Scarica Loquis!

Santo Stefano Medio

  loquis

Pubblicato:  2019-06-24 13:05:00

  Discovery

Il villaggio è posto in una vallata attraversata dal torrente Santo Stefano che divide il paese in due contrade. Anche se il castello bizantino-normanno viene datato attorno alla fine del decimo secolo, l'origine del villaggio è stimata attorno al dodicesimo secolo, quando i monaci basiliani costruirono una chiesa dedicandola a Santa Maria ed a San Costantino. Agli inizi del quindicesimo secolo, un'inondazione distrusse il villaggio e la chiesa basiliana, che fu ricostruita al centro del paese intitolandola a Santa Maria dei Giardini, mutando anche il nome del villaggio che si chiamò come la sua santa protettrice. Nello stesso periodo fu introdotta la coltivazione del gelso indispensabile per l'allevamento del baco da seta, sviluppando una fiorente attività artigianale di fabbricazione della seta che raggiunse il suo culmine nel sedicesimo secolo. Con la Rivolta antispagnola di Messina del 1674-78, anche il territorio di Santo Stefano Medio, com'era già toccato agli altri casali, venne confiscato e messo all'asta, divenendo proprietà di alcuni signorotti locali Nel 1727, con la fine della dominazione spagnola, i terreni ritornarono al demanio e venduti ad alcune famiglie della locale borghesia. Di rilievo la chiesa madre Santa Maria dei Giardini, che conserva al suo interno una tavola raffigurante la santa opera del pittore Gerolamo Alibrandi, e un quadro raffigurante "La pesca miracolosa" del pittore Commandè.

Scarica Loquis!

Disponibile per iOS & Android


Vivi il Mondo

#ATestaAlta