Loquis: Pollina

Scarica Loquis!

Pollina

  loquis

Pubblicato:  2019-09-04 17:27:00

  Discovery

Lo sviluppo turistico della zona cominciò all'inizio del 1970, quando fu costruito, sulle linee del teatro greco, un teatro all'aperto ricavato da una roccia dolomitica, dal particolare colore metà rosato e metà bianco, da cui il nome di “Pietrarosa”. In seguito al terremoto del 26 giugno 1993, Pollina ha visto diminuire rapidamente la popolazione residente che di conseguenza si è trasferita, per la maggior parte, a Finale. Solo luogo in tutto il mondo mediterraneo, a Pollina si è conservata la conoscenza e la tecnica per produrre ancora la manna. La produzione della manna, un tempo diffusa in ampie zone della costa settentrionale della Sicilia e in altre aree della Toscana, della Puglia e della Calabria, oggi si è conservata solo nel territorio di Pollina. Nei boschi del territorio pollinese, divenuti una sorta di museo a cielo aperto, si ottiene questo prodotto unico intaccando con un particolare coltello il tronco del frassino in estate. Il liquido che sgorga dalle incisioni si condensa seccandosi all'aria estiva, si raccoglie e viene usato in composti medicinali, esattamente come duemila anni fa quando i medici greci e romani lo chiamavano miele di rugiada o miele di frassino. Gli arabi invece ritenevano possedesse proprietà spirituali e fosse benedetto perché citato dal Corano.

Scarica Loquis!

Disponibile per iOS & Android


Vivi il Mondo

#ATestaAlta