Loquis: Mezzojuso

Scarica Loquis!

Mezzojuso

  loquis

Pubblicato:  2019-11-06 10:20:00

  Discovery

Situato nell'entroterra del capoluogo, è una colonia albanese del quindicesimo secolo. Posto nell'entroterra del capoluogo, da cui dista 41 chilometri, è adagiato su una boscosa montagna dal nome Brinja, dall'albanese costola, sul declivio orientale della Rocca Busambra. Il paese si trova ad una altitudine compresa tra 510 e 610 metri sul livello del mare. Il nome deriva probabilmente dall'arabo manzil Iusuf, residenza di Iusuf, Giuseppe, che, dopo molte variazioni grafiche e fonetiche, è diventato l'odierno Mezzojuso. I primi Albanesi stabilitisi, prima del 1490, nel casale di Mezzojuso, non lo trovano certo in floride condizioni, in quanto casale abbandonato, e sono essi a farlo risorgere a nuova vita. Nel 1501, stipulati i Capitoli di fondazione, gli Albanesi stabilizzarono la loro posizione avendo modo di ripopolare il casale e bonificare il feudo. Presto seguiti dalle loro famiglie, i profughi albanesi in lotta contro il turco musulmano che aveva conquistato l'Albania, l'Epiro e i territori dei Balcani, diedero vita al nuovo nucleo abitativo. Nella rivolta contro i Borboni dal 1848 al 1860, Mezzojuso è fra i principali centri organizzativi. Qui viene fucilato il patriota Francesco Bentivegna il 21 dicembre 1856. Dal 2 al 4 agosto 1862 Mezzojuso accoglie Garibaldi. L'economia del paese si basa essenzialmente sulla coltivazione dei tradizionali seminativi come il grano duro, la sulla, i cereali, l'olio extra vergine, proveniente da vecchi e nuovi impianti di oliveti, e dall'allevamento di ovini, bovini e caprini.

Scarica Loquis!

Disponibile per iOS & Android


Vivi il Mondo

#ATestaAlta