Loquis: Noto

Scarica Loquis!

Noto

  loquis

Pubblicato:  2020-03-26 14:50:00

  Discovery

Definita la "capitale del Barocco", nel 2002 il suo centro storico è stato dichiarato Patrimonio dell'Umanità da parte dell'UNESCO, insieme con le altre città tardo barocche del Val di Noto. Il sito originario della città, Noto antica, si trova 8 chilometri più a nord, sul monte Alveria. Qui si ritrovano i primi insediamenti umani, che risalgono all'età del Bronzo Antico o Castellucciana. Durante il periodo angioino, il 2 aprile 1282, Noto partecipò all'insurrezione dei Vespri Siciliani. Nel 1861 Noto, dopo la Spedizione dei Mille, entrò a far parte del Regno d'Italia. Il turismo artistico e agroalimentare ne fanno da padrone. Le vie della città sono intervallate da scenografiche piazze e imponenti scalinate che raccordano terrazze e dislivelli. Venne utilizzata la tenera pietra locale, di colore tra il dorato e il rosato, riccamente intagliata. l barocco di Noto pervade l'intera città: gli elementi barocchi non sono isolati all'interno di un contesto urbano caratterizzato da diversi stili. Un maestro del cinema come Antonioni ci girò alcune scene del suo celebre film "L'avventura", e più recentemente una serie televisiva di Netflix, "Chef Table" ha dedicato al celebre "Bar Sicilia" una puntata dedicata all'alta pasticceria di Noto. Sono numerosissime le chiese, i palazzi nobiliari che costellano il suo centro: come la Basilica Cattedrale di San Nicolò (patrimonio UNESCO), la Chiesa del Santissimo Crocifisso o la Chiesa di San Carlo al Corso, il Palazzo Nicolaci di Villadorata coi suoi famosi balconi a mensolini scolpiti, o Palazzo Ducezio, sede del comune.

Scarica Loquis!

Disponibile per iOS & Android


Vivi il Mondo

#ATestaAlta