Loquis: 3 Marzo - Maria Teresa Gullace

Scarica Loquis!

3 Marzo - Maria Teresa Gullace

  loquis

Pubblicato:  2019-02-24 17:58:00

  La Resistenza a Roma

Nata a Cittanova, in Calabria, ma trasferitasi a Roma in gioventù, Teresa Gullace all'epoca dei fatti era casalinga, aveva 36 anni, cinque figli ed era incinta del sesto. Suo marito, Girolamo Gullace, venne arrestato dai nazisti il 26 febbraio 1944 nel corso di un rastrellamento e portato nella caserma di Viale Giulio Cesare 54, per essere inviato nei campi di lavoro forzato in Germania. Qui, la mattina del 3 marzo, la donna andò a reclamare, insieme alle madri, alle mogli e alle figlie di altri prigionieri, gridando a gran voce che venissero liberati i loro cari. Tra le manifestanti, era presente un cospicuo nucleo di militanti della resistenza romana. Secondo le testimonianze rilasciate, fra gli altri, dalla partigiana Laura Lombardo Radice, dopo aver scorto il marito alla finestra, Teresa tentò di avvicinarsi a lui, forse per consegnargli del pane e formaggio, o solo per parlargli, incurante del divieto urlatole da un sottufficiale tedesco che, vedendola avvicinarsi alla caserma, le sparò un colpo con la sua Luger, uccidendola. Questa storia è rappresentata nella scena centrale del film Roma Città Aperta ma, diversamente dalla vicenda reale, non fu girata in Viale Giulio Cesare, ma in Via Raimondo Montecuccoli, al quartiere Prenestino-Labicano.

Scarica Loquis!

Disponibile per iOS & Android


Vivi il Mondo

#ATestaAlta