Loquis: Chiesa di Santa Maria di Casole

Scarica Loquis!

Chiesa di Santa Maria di Casole

  loquis

Pubblicato:  2019-03-19 13:52:00

  Viaggiare in Puglia

La Chiesa di Santa Maria di Casole in agro di Copertino, sorge in un'area caratterizzata dalla presenza di antichi resti di un convento, un tempo annesso alla chiesa. Questo luogo di culto faceva originariamente parte del casale medievale di Casole, come testimoniano documenti che ne attestano l'esistenza già nel 1274. Tuttavia il primo insediamento abitativo, si sviluppò ancor prima dell' anno Mille, ad opera dei monaci basiliani. Distrutto dai turchi, il tempio venne ricostruito intorno al 1500, per volontà di Giovanni Castriota, che ricevette il casale in feudo. Sul portale d'ingresso, si trova una lunetta contenente un affresco della Vergine, tra San Francesco e Sant'Antonio. L'interno è a tre navate, presenta un soffitto a volta realizzato nel 1668; le navate laterali hanno volta a crociera costolonata, e sono decorate con affreschi che rappresentano scene della vita francescana. Ignoti artisti affrescarono la Visione della Madonna nella cella di Fra Silvestro Calia, e nel 1703 trasformarono l'ambiente in cappella. Con il decreto di soppressione degli ordini mendicanti del 1809, iniziò la lenta decadenza della struttura, che probabilmente rappresenta l'ultimo convento istituito dall'ordine dei frati francescani osservanti in Salento.

Scarica Loquis!

Disponibile per iOS & Android


Vivi il Mondo

#ATestaAlta