Loquis: Villaggi rupestri di Casalrotto e Petruscio

Scarica Loquis!

Villaggi rupestri di Casalrotto e Petruscio

  loquis

Pubblicato:  2019-03-21 14:15:00

  Viaggiare in Puglia

Lungo il fianco delle gravine, grotte, abitazioni primitive, e chiese rupestri, si aprono nella roccia: è una vera e propria finestra sulla storia, quella che si ritrova in territorio di Mottola, nei villaggi ipogei di Casalrotto e Petruscio, attraversati da sentieri, scalette, con magazzini e impianti artigianali, pozzi, cisterne, canalizzazioni, scoli e sepolcreti organici, con tombe familiari. Utilizzati non solo a scopo abitativo, ma soprattutto come luoghi di culto, i villaggi custodiscono ancora chiese, santuari, e cripte rupestri, affascinanti esempi di architettura sotterranea, in cui si recuperano elementi architettonici e decorativi, propri degli edifici di culto ipogei di tradizione greco-bizantina e latina, tra cui alcuni splendidamente affrescati. Da non perdere all'interno del complesso di Casalrotto, è la chiesa rupestre di San Nicola, definita la Cappella Sistina della civiltà rupestre, e i santuari rupestri di San Cesario, Sant'Apollinare Sant'Angelo, e la Cripta di Santa Margherita . Punti focali del villaggio di Petruscio, sono invece le tre chiese dei Polacchi, di Petruscio, la «Cattedrale», e inoltre la Casa dell'Igumeno, il capo della comunità ecclesiastica, la Prigione e il Rifugio De Rosa utilizzato nell'Ottocento, come rifugio dall'omonimo brigante.

Scarica Loquis!

Disponibile per iOS & Android


Vivi il Mondo

#ATestaAlta