Loquis: Santuario di Santa Maria Mutata

Scarica Loquis!

Santuario di Santa Maria Mutata

  loquis

Pubblicato:  2019-04-09 20:06:00

  Viaggiare in Puglia

Immerso nella campagna di Grottaglie, il Santuario paleocristiano di Santa Maria Mutata è un piccolo scrigno di tesori circondato dalla campagna A pochi chilometri da Grottaglie, il santuario paleocristiano dedicato alla Vergine Assunta sorgeva nel cuore di quella che una volta era la foresta tarantina. Nella chiesetta originaria si conservava già dal decimo secolo la pietra raffigurante la Madonna, rivolta a sud. Quando, nel ‘300, la Madonna si fece trovare rivolta verso nord, in direzione di Grottaglie, i fedeli la ribattezzarono “mutata” da ”mutamento”, secondo la leggenda. La pavimentazione della chiesa è impreziosita da maioliche seicentesche di Grottaglie, tra cui anche alcuni ex voto. L’interno, con il caratteristico altare, è arricchito dalle statue di San Giuseppe e San Francesco da Geronimo e il simulacro della Madonna col Bambino. Oggi è la Chiesa madre a conservare la pietra raffigurante la Madonna, mentre al Santuario resta una statua della Vergine, conservata in una nicchia esterna. Il santuario si raggiunge facilmente in auto, seguendo la strada provinciale per Martina Franca. Lungo il percorso, si ritrovano anche le stazioni della Via Crucis, che arrivano fino alla chiesa.

Scarica Loquis!

Disponibile per iOS & Android


Vivi il Mondo

#ATestaAlta