Loquis: Grotta di Belvedere

Scarica Loquis!

Grotta di Belvedere

  loquis

Pubblicato:  2019-04-06 23:26:00

  Viaggiare in Puglia

A 3 chilometri da Carovigno, a 100 metri di altitudine e avvolto dalla campagna della Valle d'Itria, il Santuario della Madonna del Belvedere nasconde un complesso sistema di cavità naturali, di cui fa parte l'antichissima Grotta di Belvedere. Dal Santuario, si accede alle grotte rupestri, tramite una scala posta sul lato destro della cappella. Nella prima cripta si trovano i resti dell'affresco di San Michele e un'edicola del 1501, con un affresco della Vergine di Belvedere che reca in mano un uccellino. Scendendo ancora per circa 18 metri, si giunge alla cripta inferiore, nella quale convergono alcuni cunicoli. Questa cripta contiene altri due affreschi della Vergine col Bambino, e della Madonna di Belvedere. Secondo la leggenda, la grotta sarebbe stata scoperta nel 1100 da un pastorello che vi s'introdusse per recuperare una mucca smarrita, trovandovi poi l'affresco della Vergine. Il pastorello, contento per il ritrovamento uscendo dalla grotta sventolò il suo fazzoletto. Nacque così il rito della N'Zegna, la preghiera con la bandiera, omaggiato ogni anno il sabato successivo alla Pasqua, sul piazzale del santuario.

Scarica Loquis!

Disponibile per iOS & Android


Vivi il Mondo

#ATestaAlta