Loquis: Castello Centurione (oggi Caracciolo)

Scarica Loquis!

Castello Centurione (oggi Caracciolo)

  loquis

Pubblicato:  2019-01-10 10:27:22

  Viaggiare in Puglia

Già conosciuto agli inizi del Cinquecento, tra il sedicesimo e il diciassettesimo secolo il palazzo fu al centro di numerose vicende che ne determinarono il cambio di signorie. Nel `500 fu infatti in mano al banchiere genovese Heronimo Centurione, nel 1606 all'ebreo portoghese Michele Vaaz, che chiamò il paese «San Michele» , mentre nel 1675 fu occupato dal barone Antonio De Ponte. I duchi Caracciolo ne presero possesso nel 1797, per poi affidarne i lavori di restauro nella seconda metà dell'Ottocento all'architetto Amenduni, il quale ricostruì il prospetto est ricoprendolo di bugne ampliando le aperture al piano terra e trasformando in bifore neogotiche le tre finestre al primo piano. La famiglia restò in possesso del castello fino a pochi anni orsono, per poi cederlo al Comune. Dal 1974 il castello è sede del Museo della Civiltà Contadina Dino Bianco , attualmente chiuso per lavori di restauro.

Scarica Loquis!

Disponibile per iOS & Android


Vivi il Mondo

#ATestaAlta