Loquis: Casa - Via Nosadella

Scarica Loquis!

Casa - Via Nosadella

  loquis

Pubblicato:  2018-11-16 12:00:00

  Bologna Letteraria tra '800 e '900

Nell'autunno del 1936, la famiglia Pasolini si trasferì da Scandiano a Bologna, in via Nosadella 48, davanti alla tipografia dei Sordomuti. Pier Paolo viveva con la madre Susanna, e con il fratello Guido, di tre anni più piccolo. Il padre Carlo Alberto, un militare severo e convinto fascista, andò a combattere in Africa e finì prigioniero. Pier Paolo frequentava il Liceo classico "Galvani" e a casa venivano spesso a trovarlo alcuni amici. Tra essi Roberto Roversi e Luciano Serra, anche lui da poco trasferito a Bologna da Reggio Emilia. Con Manzoni, un compagno di scuola di Pier Paolo, recitavano commedie irlandesi, come Cavalcata a mare, e Il furfantello dell'ovest di Synge. Tutti erano rimasti colpiti dalla rappresentazione di Piccola città di Wilder, nella versione di Elsa Merlini e Renato Cialente: un tipo di teatro libero dall'accademia. Tra i giovani ospiti di via Nosadella, erano tanti gli argomenti di discussione, ma a interessare era soprattutto la letteratura. Le letture spaziavano da Shakespeare a Dostoevskij, da Dickens a Gogol. Pasolini era un lettore accanito, divorava più di un libro al giorno, dai poeti provenzali agli ermetici.

Scarica Loquis!

Disponibile per iOS & Android


Vivi il Mondo

#ATestaAlta