Loquis: Ex seminario - Cinema Imperiale

Scarica Loquis!

Ex seminario - Cinema Imperiale

  loquis

Pubblicato:  2018-11-14 11:28:00

  Bologna Letteraria tra '800 e '900

Il grande edificio situato nella prima parte di via Indipendenza, di fronte alla cattedrale di San Pietro, ospitò il seminario voluto dal cardinale bolognese Prospero Lambertini, in seguito papa Benedetto quattordicesimo. La costruzione fu avviata nel 1732 nell'area delle antiche case Ariosti. I lavori, affidati all'architetto Alfonso Torregiani, durarono a lungo. Solo nel 1751 i primi seminaristi poterono trasferirsi nel nuovo istituto. Nel 1772 il cardinale Vincenzo Malvezzi fece costruire il portico, per opera dell'architetto Francesco Tadolini. L'edificio del seminario arcivescovile fu venduto dalla Curia nel giugno del 1910 a un nobile padovano, il barone ingegner Gastone Treves de Bonfili e trasformato, assieme a una parte dell'antico palazzo Fava, in hotel di lusso, su progetto dell'ingegner Cleto Gasperini. Il Grand Hotel Baglioni aprì il 19 ottobre 1912 e divenne ben presto uno dei più prestigiosi della città. Alla vigilia di Natale del 1909, in una parte dell'ex seminario, fu inaugurato il cinema Centrale. Al cinema Imperiale si svolsero, negli anni Trenta, le matinée del Cineguf bolognese, la sezione dei Gruppi Universitari Fascisti riservata al cinema, allora nelle mani di Carlo Doglio, vincitore più volte dei Littoriali nazionali, di Mirco Doletti e di Pino Mazzanti. Renzo Renzi fu uno dei più assidui frequentatori di quelle mattinate. L'Imperiale, così come nelle altre sale utilizzate, anche alla sera, andava anche Pier Paolo Pasolini. Per lui, come per altri, iniziò qui la grande passione per il cinema. E iniziò con Roberto Longhi.

Scarica Loquis!

Disponibile per iOS & Android


Vivi il Mondo

#ATestaAlta