Loquis: Casa - Via Cavaliera

Scarica Loquis!

Casa - Via Cavaliera

  loquis

Pubblicato:  2018-11-13 16:36:00

  Bologna Letteraria tra '800 e '900

La casa di via Cavaliera ospitò Severino Ferrari nell'ultima parte della sua vita, quella dominata dalla malattia, che lo portò alla morte, e gli impedì di raggiungere il traguardo al quale era destinato: la cattedra di Letteratura italiana dell'Università di Bologna, occupata per oltre quaranta anni dal suo maestro e amico Carducci. Severino era affetto da paralisi progressiva o nevrosi paralitica. Vi furono gravi problemi agli occhi, con cecità temporanea, e la paralisi gli impedì di scrivere, compito che fu assunto dalla amata moglie Ida. Aumentarono i problemi di perdita della memoria, calo di attenzione e concentrazione, sintomi inequivocabili di alienazione progressiva. Nel luglio 1903 avvenne l'ultimo fugace incontro con Giovanni Pascoli, durante una sosta in stazione. Il 24 dicembre 1905 il dottor Nino Sbertoli ne annunciò la morte, con un telegramma inviato al fratello. Pascoli seppe la notizia dall'allieva e amica di Severino Stella Cillario, che comunicò il dolore della sua scomparsa, mentre l'anziano maestro Carducci rimase sconvolto, con una "grande ferita nel cuore". La salma fu trasportata il 27 dicembre alla stazione di Bologna, e da qui un funerale solenne, con carro di prima classe e banda municipale, mosse verso la Certosa.

Scarica Loquis!

Disponibile per iOS & Android


Vivi il Mondo

#ATestaAlta