Loquis: Casa Tommasini

Scarica Loquis!

Casa Tommasini

  loquis

Pubblicato:  2018-11-13 15:47:00

  Bologna Letteraria tra '800 e '900

Casa Tommasini, tra il 1815 e il 1829, ospitò un salotto letterario frequentato dai migliori intellettuali bolognesi. Era animato da Antonietta Ferroni, moglie dell'illustre medico e scienziato Giacomo Tommasini, donna "di corporatura esile e delicata", ma forte d'animo, colta, raffinata, appassionata di problemi pedagogici e ardente patriota. Il professor Tommasini, docente di Clinica medica all'Università, fu promotore del rinnovamento della scienza medica, con una connotazione patriottica che suscitò l'entusiasmo degli studenti, i quali accorrevano numerosi alle sue lezioni e a volte lo portavano in trionfo. Leopardi ebbe modo di incontrarlo e di conoscere la sua famiglia - oltre alla moglie, la figlia Adelaide, con la quale rimase in contatto epistolare fino alla fine della sua vita - per motivi legati alla sua malferma salute. L'esito dell'incontro dovette essere più positivo del previsto: oltre che suo paziente, egli divenne suo caro amico. La casa di via San Vitale, luogo di incontro degli amici parmensi e bolognesi della famiglia Tommasini, diede a Leopardi l'occasione di ampliare le sue conoscenze a Bologna, fino ad allora assai ristrette. Con Antonietta, e con l'amica Caterina Franceschi Ferrucci, cultrice di prosa e filosofia ed esperta latinista, meditò e discusse problemi pedagogici ed educativi. Nel salotto lesse i suoi versi, e ricevette in cambio una ammirazione senza confini e un affetto duraturo.

Scarica Loquis!

Disponibile per iOS & Android


Vivi il Mondo

#ATestaAlta