Loquis: Sirena del Pincio

Scarica Loquis!

Sirena del Pincio

  loquis

Pubblicato:  2018-11-13 15:09:00

  Bologna Letteraria tra '800 e '900

Il 28 giugno 1896 il re Umberto primo e la regina Margherita, inaugurarono solennemente, alla presenza di una folla incontenibile, la scenografica scalea di accesso alla Montagnola, progettata da Tito Azzolini e Attilio Muggia. L'opera, tutt'ora esistente, è composta di tre parti: una grande scalinata, un lungo portico su via Indipendenza e uno lungo le mura. Nella poesia La moglie del gigante, pubblicata nella raccolta Rime e ritmi, Giosuè Carducci immagina un dialogo a distanza tra la notissima statua del Nettuno, da secoli punto focale nel centro della città, e la statua della Sirena posta ai piedi della scalinata del Pincio della Montagnola, opera dello scultore Diego Sarti, con il supporto di Pietro Veronesi. Essa citata anche da Marino Moretti nel romanzo Né bella né brutta. Anche lo studioso Roberto Martorelli ha descritto la fontana al centro del sonetto del professore poeta, raffigurante una ninfa trascinata da un cavallo e imprigionata fra i tentacoli di una piovra. La Sirena del Pincio è anche protagonista della commedia di Alfredo Testoni In dov s'mett Garibaldi?, rappresentata per la prima volta il 17 marzo 1900, al teatro Contavalli dalla Compagnia bolognese di Galliani.

Scarica Loquis!

Disponibile per iOS & Android


Vivi il Mondo

#ATestaAlta