Loquis: Casa Museo Carducci

Scarica Loquis!

Casa Museo Carducci

  loquis

Pubblicato:  2018-11-12 16:29:00

  Bologna Letteraria tra '800 e '900

Nel 1890, anno in cui andò ad abitarlo, il villino Carducci, ultima dimora del poeta a Bologna, era al confine della città. L'abitazione era composta da una serie di stanze ricavate sopra l'antica chiesa di Santa Maria della Pietà e San Barnaba, fondata nel 1503, uno dei tanti luoghi di devozione alla Vergine addossati alle mura cittadine La chiesa e l'adiacente oratorio, furono sconsacrati in epoca napoleonica, venduti a privati e trasformati in abitazioni. Il poeta mantenne sempre, nell'atrio, una immagine devota della Madonna, davanti alla quale, entrando o uscendo di casa, era solito togliersi il cappello. Un'ampia scala circolare, con al centro un lampione a gas prodotto dalla fonderia Calzoni, conduceva all'appartamento di Carducci al primo piano: un locale vasto, ma appena sufficiente a contenere i quasi 40.000 volumi della sua biblioteca personale. La biblioteca e la casa furono acquistate dalla regina Margherita, devota amica di Carducci, e lasciate in uso al poeta finché in vita. Nel 1907 furono donate al Comune, per farne il museo delle sue memorie.

Scarica Loquis!

Disponibile per iOS & Android


Vivi il Mondo

#ATestaAlta