Loquis: 15 dicembre - Colleferro bombardata

Scarica Loquis!

15 dicembre - Colleferro bombardata

  loquis

Pubblicato:  2018-09-16 07:55:00

  La Resistenza a Roma

Colleferro si trovava al confine con la linea Gustav tedesca, insieme ad altri paesi limitrofi come Segni, Valmontone, Artena, fino a Montecassino. La linea Gustav era la linea fortificata difensiva approntata in Italia con disposizione di Hitler del 4 ottobre 1943 e che crollò il 18 maggio 1944.. In più la piana di Colleferro, gli stabilimenti chimici d’industria bellica (i più grandi d’Italia), i monti Lepini intorno (con Segni e Carpineto – paesi di controllo strategico), la via Casilina – che arrivava direttamente a Roma – passando per Valmontone – costituivano un luogo di controllo per l’area a sud di Roma, assieme ovviamente ad Anzio per lo sbarco dal mare. Così spesso gli Alleati per indebolire l'esercito tedesco facevano azioni distruttive come il bombardamento aereo del 15 dicembre. La popolazione cercò di sopravvivere nei Rifugi realizzati prima della nascita della città: erano cave di pozzolana scavate per costruire i primi edifici per i lavoratori della fabbrica di munizioni “Bombrini Parodi Delfino”. Furono tracciati 6 km di tunnel nelle colline all’interno della città, con 15 diverse entrate. Vi fu il divieto di usare l’illuminazione. Fu creata la nebbia artificiale per celare i siti di interesse agli aerei alleati

Scarica Loquis!

Disponibile per iOS & Android


Vivi il Mondo

#ATestaAlta