Loquis: L'Ottobre Romano - Armi segrete in Via della Pelliccia

Scarica Loquis!

L'Ottobre Romano - Armi segrete in Via della Pelliccia

  loquis

Pubblicato:  2018-09-09 07:54:00

  La Resistenza a Roma

La Resistenza romana, infatti, aveva appena iniziato a muovere i suoi primi passi, quando il partigiano comunista Lindoro Boccanera, osservando i cimeli conservati nel Museo del Bersagliere a Porta Pia rimase colpito da un chiodo a quattro punte di fabbricazione austriaca usato nella prima guerra mondiale. Gettato sul terreno mantiene sempre tre punte piantate a terra e una quarta diretta verso l’alto. Un’arma ideale per il sabotaggio, La produzione iniziò subito a Trastevere, in via della Pelliccia, nell’officina del fabbro Enrico Ferola, militante del Partito d’Azione, e così già da ottobre i partigiani iniziarono a spargere migliaia di chiodi sulle principali strade, soprattutto le consolari, rendendo molto difficili gli spostamenti delle autocolonne naziste e complicando non poco le attività della polizia nazi-fascista. Oltre che nelle botteghe artigiane, i chiodi vennero poi fabbricati anche alla Romana Gas all’Ostiense, e il 15 dicembre 1943 su «l’Unità», stampata clandestinamente, saranno addirittura pubblicate le istruzioni per costruirli.

Scarica Loquis!

Disponibile per iOS & Android


Vivi il Mondo

#ATestaAlta