Loquis: 16 ottobre 1943 Il Ghetto e le deportazioni

Scarica Loquis!

16 ottobre 1943 Il Ghetto e le deportazioni

  loquis

Pubblicato:  2018-09-09 08:07:00

  La Resistenza a Roma

Il 16 ottobre 1943, principalmente in via del Portico d'Ottavia e nelle strade adiacenti ma anche in altre differenti zone della città di Roma le truppe tedesche della Gestapo effettuarono una retata di 1259 persone, di cui 363 uomini, 689 donne e 207 bambini appartenenti alla comunità ebraica. Dopo il rilascio di un certo numero di componenti di famiglie di sangue misto o stranieri, 1023 deportati furono avviati ad Auschwitz; soltanto 16 di loro sopravvissero allo sterminio (15 uomini e una donna). 2091 fu il numero complessivo dei deportati ebrei negli otto mesi dell'occupazione tedesca. Mentre la polizia tedesca irrompeva in alcune case, molti i tentativi di nascondere gli ebrei e di salvarl. Il professore Giovanni Borromeo, priore dell'Ospedale San Giovanni Calibita all'Isola Tiberina, ricoverò oltre un centinaio di ebrei romani per una malattia inventata di sana pianta, chiamata Morbo di K (Sindrome di Kesselring), riuscendo a salvar loro la vita. Il Collegio San Giuseppe - Istituto De Merode, secondo la testimonianza di Dennis Walters, diede rifugio a una quarantina di persone tra ebrei perseguitati, ufficiali antifascisti, e monarchici. Numerosissime analoghe forme di accoglimento della popolazione ebraica furono effettuate da parte di comuni cittadini.

Scarica Loquis!

Disponibile per iOS & Android


Vivi il Mondo

#ATestaAlta