Loquis: Abbazia Santa Maria del Piano

Scarica Loquis!

Abbazia Santa Maria del Piano

  bruno

Pubblicato:  2018-08-10 22:45:00

  Lago del Turano

Raggiungere quanto resta dell’Abbazia di Santa Maria del Piano non è impresa particolarmente complessa: dal centro di Orvinio la strada, peraltro carrabile, è bene indicata. Una buona idea, soprattutto se non possedete un fuoristrada, è però quella di percorrere a piedi le ultime centinaia di metri dove, per alcuni tratti, ancora resiste un basolato certamente antico ed avviarvi così nella Valle Muzia ove sorge l’Abbazia. Quanto apparirà ai vostri occhi non è però certamente quanto vi sareste augurati: dell’antica, potente e, certamente, bella abbazia restano solo poche vestigia: la facciata, le mura perimetrali e la torre campanaria. Tutto ciò, inoltre, privato di molti dei suoi ornamenti a causa di ripetute spoliazioni. Il monumento, per quanto affascinante e armonicamente inserito nel paesaggio, risulta ormai privo di molti elementi architettonici impiegati per la sua costruzione e provenienti da resti di edifici romani e medievali della zona (capitelli, stipiti, fregi, bassorilievi). E' interessante notare come per questi materiali, che in gergo tecnico vengono definiti "di spoglio" perché derivano dallo smantellamento di qualcosa di preesistente, il destino tenda a ripetersi.

Scarica Loquis!

Disponibile per iOS & Android


Vivi il Mondo

#ATestaAlta