Loquis: Galleria Vittorio Emanuele secondo di Giovanni Guareschi

Scarica Loquis!

Galleria Vittorio Emanuele secondo di Giovanni Guareschi

  loquis

Pubblicato:  2019-05-10 14:45:00

  Milano Letteraria

Nelle domeniche estive, quando non vado a spasso in automobile sull’autostrada, faccio quattro passi in Galleria. Mi commuove tanto lo spettacolo delle signore a pera sedute ai tavolini dei caffè più importanti del centro. Le signore a pera sono bellissime (io parlo di pere capovolte, con la parte del picciolo in basso), e sono altamente decorative. Sono grasse, alte, coi capelli ben dipinti di giallo, di rosso o di nero, con pesanti anelli alle dita, con grandi cappelli in testa. Dalla cintola in su, le signore a pera emergono dal tavolino, e l’opulenza del seno trabocca sopra la tovaglietta, e contende lo spazio vitale alla tazza del tè, e al portacenere pubblicitario. Solenni come monumentesse, le signore a pera guardano il mondo attraverso l’occhialino, sprezzanti di quanto avviene alle pendici del loro immenso seno. E alle volte si alzano e se ne vanno altere verso l’uscita della Galleria, senza accorgersi che il tavolinetto è rimasto loro incastrato in qualche anfratto del seno, e camminano col tavolino davanti fino a quando il solito gentiluomo di passaggio, non le avverte cortesemente: “Signora vi è rimasto il tavolino attaccato davanti. Signora, vi è rimasta la poltrona attaccata dietro”.  Da, La scoperta di Milano. Di Giovanni Guareschi, 1941.

Scarica Loquis!

Disponibile per iOS & Android


Vivi il Mondo

#ATestaAlta