Loquis: Grand Hotel et de Milan, di Alberto Savinio

Scarica Loquis!

Grand Hotel et de Milan, di Alberto Savinio

  loquis

Pubblicato:  2019-05-23 10:58:00

  Milano Letteraria

Verdi, come si sa, morì all’albergo Milano, all’angolo di via Manzoni e via Croce Rossa. Occupava un appartamento d’angolo, e si dice che durante la malattia il municipio fece spargere della paglia sulle due vie, perché il rumore dei veicoli non turbasse l’illustre infermo. Si dice pure che Verdi negli ultimi giorni si fece trasportare in salotto perché nella camera da letto gli mancava l’aria…Le notizie sono sbagliate. Verdi non è morto in salotto ma nella camera da letto, la paglia non è stata sparsa per Verdi, ma dieci anni prima per Don Pedro II del Brasile. È curioso vedere come nascono le leggende, e soprattutto come il personaggio maggiore (Verdi) ha assorbito nella propria leggenda il personaggio minore (Don Pedro secondo). Artista, sono contento che l’artista abbia assorbito l’imperatore. Quando Verdi morì, alle sedici del 21 gennaio 1901, egli non morì soltanto a Milano, ma nell’universo intero. Il verso di D’Annunzio: “Pianse ed amò per tutti” suona retorico e insensato, ma praticamente è vero. La retorica una volta tanto s’è incontrata con la verità. Alberto Savinio, Ascolto il tuo cuore, città (1944)

Scarica Loquis!

Disponibile per iOS & Android


Vivi il Mondo

#ATestaAlta