Loquis: Piazza Carlo Erba, di Alberto Savinio

Scarica Loquis!

Piazza Carlo Erba, di Alberto Savinio

  loquis

Pubblicato:  2019-05-23 15:21:00

  Milano Letteraria

Avevo accompagnato un amico in Piazza Carlo Erba, e mentre costui sbrigava certo suo affare da Rizzoli, io lo aspettavo passeggiando sul marciapiede. Le strade tutt’intorno, chiuse gra lunghi stabilimenti industriali, erano deserte e tranquille. Dalle finestre orizzontali, sulle quali gli avvolgibili si aprivano a tenda, cadeva il picchiettìo leggero delle macchine da scrivere, cicale cittadine. E d’improvviso, in mezzo a quel silenzio così pulito, così civile, nacque come un fiore di suono la voce argentina di un organetto. Mi avvicinai. L’organetto, uscito dalla fabbrica Carrera e Figli, di Cremona, era istoriato di lire finemente dipinte. Dietro un riparo di vetro, si vedevano i pistilli che percuotevano a ritmo i tamburelli. Il suono dell’organetto, cui si mischiava il tenue zim zim dei piccoli cimbali, veniva come di lontano. Di tanto in tanto arrivava dal fondo della via Giovanni Pascoli…Di tanto in tanto, dal fondo della via Giovanni Pascoli arrivava un tram, traversava Piazza Erba, si allontanava nella prosecuzione della via; e il suo cupo fragore ferrigno sommergeva per un tratto il suono gentile e argentino dell’organetto, che indi a poco riemergeva come la testa di una sirena, dall’onda abboccolata e crestata che le era passata sopra. Da, Ascolto il tuo cuore, città. Di Alberto Savinio, 1944.

Scarica Loquis!

Disponibile per iOS & Android


Vivi il Mondo

#ATestaAlta