“Sì, siamo a casa, ma possiamo sognare, immaginare, viaggiare con la fantasia; poi, quando tutto sarà finito, #CiVediamoQui”.

Il CEO di Loquis Bruno Pellegrini e Paolo Iabichino, figura di riferimento per la creatività pubblicitaria italiana nonché Maestro di College Story Design alla Scuola Holden, si sono trovati a confrontarsi su CiVediamoQui, la nostra iniziativa partita da qualche settimana e che sta già riscuotendo un buon successo.
Ecco cosa ci hanno raccontato…

Bruno
Alla domanda “cosa è Loquis?” mi trovo spesso a rispondere in diversi modi: una piattaforma di geo-podcasting, un’app che ti racconta le storie del mondo, un modo per scoprire e condividere le meraviglie dei luoghi attraverso i racconti di chi li conosce.
Sento che manca ancora qualcosa, vorrei dire di più sul trasferimento delle emozioni che passa attraverso la voce delle persone e anche sulle inesplorate potenzialità creative del racconto orale quando si applica al mondo reale, e sul valore creato quando si condivide un posto con altre persone. Cosa è Loquis (o cosa sarà) possiamo immaginarlo, ascoltando i racconti che ogni giorno vengono caricati sulla piattaforma.
Quando ne ho parlato con Paolo Iabichino lui ha dato più di una risposta e ha chiesto alla sua classe della Scuola Holden di entrarci dentro e usarlo, partecipando al progetto #CiVediamoQui.
Quello che ne è uscito fuori è straordinario, e dice di Loquis più di quanto saprei fare.
Consiglio a tutti di mettersi in un posto tranquillo, con un bicchiere di vino, chiudere gli occhi e ascoltare.

Paolo
Loquis ha fatto un regalo unico a questi ragazzi e a queste ragazze. Ha permesso di scrivere pensando all’ascolto. Ha smosso le loro emozioni nel ricordo di un luogo significativo, ancora di più oggi che questi luoghi del cuore ci sono negati. Loro hanno scritto esplorando la nostalgia e ci hanno restituito uno spaccato del loro vissuto. Tutto da ascoltare. Tutti da ascoltare.

Da Torino a Cracovia, da Nichelino a Tokyo, da Moncalieri alla Cina – passando per il Brasile: ecco di seguito i loquis che studenti e studentesse hanno voluto condividere con noi
Rynek Glówny – Alice Serrone
La Vucciria – Antonella Raso
Caffè Vini Emilio Ranzini – Alice Nicolin
Piazzale Abbiategrasso – Mattia Tresoldi
Xīhú – Luisa Zhou
Kyosumi Park – Aurora Longo
Piazza Vecchia – Giorgio Remuzzi
Terranera – Vittoria Duò
La nostra Sacra di San Michele – Laura Izzo
Tu, io, l’ottantadue – Ottavia
Piazza Carlina – Clarissa Ciano
Il Mercatino di Moncalieri – Francesco Chironna
Portofino – Chiara Sanvincenti
Santa Teresa di Riva – Simone Aragona
Nichelino – Serena Vanzillotta