Guide Invisibili, una sperimentazione narrativa totalmente audio

 

Un modo nuovo di scoprire e ri-scoprire la città, nel mondo moderno, sempre più globalizzato e osservato da tanti occhi, menti e culture diverse. Forme di comunicazione che, in questo caso, passano per il racconto delle voci “nuove”, i giovani migranti ospiti dei Centri di Accoglienza della Capitale. 

Guide Invisibili è un progetto curato da Echis – Incroci di suoni, un’associazione di promozione sociale con sede a Roma, nata dall’unione di giornalisti e redattori provenienti dal mondo della radiofonia e dell’audio.

Echis realizza progetti a sostegno del diritto all’informazione e alla comunicazione, programmi e audio documentari di approfondimento, laboratori radiofonici per informare e favorire l’accesso ai media e promuove iniziative per diffondere la cultura dell’ascolto, rendendo i partecipanti veri e propri soggetti attivi.

Il progetto

 

 

Il progetto di Guide Invisibili nasce nel 2016 all’interno del laboratorio di autonarrazione sonora curato dall’Associazione Laboratorio 53 con un gruppo di 14 giovani migranti provenienti da Pakistan, Costa d’Avorio, Senegal, Gambia, Mali, RD Congo e Kurdistan. L’idea è quella di porgere all’ascoltatore un punto di vista diverso della città e uno sguardo totalmente nuovo alla storia di vie, quartieri, mercati, edifici, monumenti, etc. Un progetto di tipo “partecipativo”, quindi, che racconta l’esplorazione di una città multietnica, ricca di storie, di vita, ma soprattutto, di persone.

Nel corso del periodo 2016-2017 sono state realizzate le passeggiate sonore di Piazza Vittorio e Piazza di Spagna, nel 2017-2018 quelle di Termini e Trastevere.  Attualmente il progetto è in via di conclusione del terzo laboratorio, in cui si racconteranno nuove passeggiate.

Ad oggi hanno partecipato alle guide circa 2.500 persone, di cui il 10-15% studenti. Guide Invisibili è un’iniziativa per tutti, dal turista, al cittadino, dai bambini agli anziani, che a coppie o a piccoli gruppi, possono connettersi con i loro smartphone alla pagina web della passeggiata sonora e, con un semplice tasto di avvio, iniziano a camminare, seguendo le indicazioni, tra i vicoli e le piazze dell’Esquilino e Trastevere, Piazza di Spagna e Termini. Grazie alle narrazioni interattive possono esplorare le strade cittadine, accompagnati dalle storie e le voci di giovani maliani, pakistani, senegalesi, siriani, che si intrecciano agli aneddoti sui quartieri e alle interviste con i loro abitanti.