Editoriale Programma è una casa editrice trevigiana nata nel 2009, specializzata nella pubblicazione di libri di saggistica riguardanti vari argomenti che, dalle tematiche locali di varie regioni e città, ampliano il loro raggio a tutto il territorio italiano.
La scorsa settimana abbiamo lanciato il primo dei canali su Loquis firmati Editoriale Programma: “Storia delle Case Chiuse”.
Le Case Chiuse, i bordelli, i casini o comunque si definiscano, sono una parte importante della storia d’Italia, che ha lasciato tracce profonde nel Paese, sia sul piano sociale che su quello culturale. Nel misterioso e malizioso canale troverete anticipazioni, scenari e atmosfere tratte dai tre libri “Storia delle Case Chiuse”.
Ma le sorprese non sono finite!
Abbiamo intervistato Angelo Pastrello, titolare di Editoriale Programma, che ci ha raccontato qualche curiosità e ci ha dato qualche anticipazione sulle prossime uscite…

 

 

1) Angelo Pastrello, titolare della casa editrice Editoriale Programma. Da dove nasce la tua passione per i libri?
Sono figlio di un libraio, quindi sono nato in mezzo ai libri. La passione ce l’ho da sempre e sin dai tempi dell’università sentivo però che la mia propensione era più orientata alla creazione di essi che alla vendita al dettaglio. Poi dieci anni fa si è presentata l’occasione di iniziare l’avventura di Editoriale Programma.
2) Nel vostro catalogo ci sono molti titoli dedicati al racconto del territorio, diviso per regione: borghi, città famose, leggende, patrimoni UNESCO etc. Quanto è importante accendere la curiosità verso le storie dei luoghi che visitiamo o in cui viviamo?
La curiosità a mio avviso è già accesa nei lettori, infatti i libri locali appartengono ad uno dei settori che meno hanno subito la crisi del libro. Piuttosto c’è da considerare che l’Italia offre talmente tanto in termini di storia, tradizione, arte, turismo che spesso ci rendiamo conto di non conoscere quanto crediamo nemmeno i luoghi in cui viviamo. Diciamo che l’Italia offre spunti interminabili su cui pubblicare…
3) Su Loquis è stato lanciato il primo canale, dedicato a brevi racconti tratti dai libri Storia delle Case Chiuse in Liguria, Toscana e Veneto. Quanti diversi canali creerete su Loquis? Ci vuoi dare qualche anticipazione?
Apriremo canali tematici che affiancano di pari passo le macroaree trattate dalla nostra casa editrice. A breve gli appassionati di storia troveranno materiale interessante su loquis così come gli amantidelle gite fuori porta che vogliono andare alla scoperta dei borghi italiani…
4) Pensi che l’audio, il podcast, possa dare maggiore forza comunicativa ai vostri racconti, già intrisi di fascino e mistero?
Certamente. Credo molto nella sinergia della carta stampata coi nuovi mezzi di comunicazione. Sarebbe anacronistico e illusorio pensare che gli uni non possano esistere senza gli altri.

Ascolta il primo Canale firmato Editoriale Programma, “Storia delle Case Chiuse”, cliccando qui.